powered by social2s

Il prossimo anno sarà importante per l’Archeoclub d’Italia onlus. Il 13 Dicembre 2021 infatti, con le proprie sedi attive sul territorio nazionale, prenderanno il via le Celebrazioni per il V Centenario della nascita di fra Felice Peretti Montalto (1521 – 1590) divenuto papa nel 1585 col nome di Sisto V.
L’evento si rivelerà particolarmente significativo dal punto di vista culturale, perché sarà possibile restituire memoria storica anche i membri principali della famiglia del grande pontefice per conoscerne le vicende straordinarie in un contesto celebrativo unico. 
La famiglia Peretti, infatti, originaria di Montalto da diverse generazioni, sebbene di umile condizione sociale, può annovera tre cardinali (Alessandro, Andrea e Francesco) e, attraverso un’accorta politica matrimoniale, riesce a stabilire legami parentali con le più importanti e blasonate famiglie del tempo: Colonna, Sforza, Medici, Orsini, Cavazzi della Somaglia, Cesi, riuscendo ad affermarsi nell’Età Moderna e influenzare ampiamente la storia, l’arte, l’architettura, la musica, la letteratura, la religione, la politica e l’economia nel contesto Rinascimentale e Barocco dell’Italia e dell’Europa.
Le città e terre interessate all’evento saranno numerose e coinvolgeranno le sedi locali di Archeoclub di varie regioni italiane nelle quali le opere e la memoria del grande Pontefice e della sua famiglia sono ancora molto vive tra le popolazioni.

1. Celebrazioni Sistine nella Regione Marche

Alcune iniziative dal punto di vista propedeutico e organizzativo sono state avviate dalla nostra Associazione già negli scorsi anni a partire proprio dalla Regione Marche. In quella regione, infatti, l’Archeoclub ha dedicato una propria sessione di lavori nel corso dell’Assemblea Nazionale di Tolentino (MC) del 17 – 19 maggio 2018; a seguire, l’incontro di Morrovalle (MC) del 17 giugno 2018 per concludere l’anno a Monte Giorgio (FM) il 2 dicembre 2018 e riaprirlo con il coordinamento degli Archeoclub marchigiani nell’incontro di Palazzo Paradisi a Montalto delle Marche (AP) del 7 aprile 2019.
Proprio nella Città di Montalto patria carissima di Sisto V e nella sua Diocesi (oggi compresa in quella di San Benedetto del Tronto, Ripatransone e la stessa Montalto), è presente operativamente il Comitato locale delle Celebrazioni Sistine, del quale è parte attiva sin dal suo primo insediamento, il Prof. Umberto Guerra montaltese di origine, ma da oltre cinquanta anni residente in Sardegna che rappresenta in seno al Consiglio Nazionale di Archeoclub. Recentemente il Comitato Direttivo Nazionale gli ha riconfermato il ruolo di Coordinatore generale delle Celebrazioni Sistine per il prossimo triennio. Su richiesta dei Sindaci di Montalto e Grottammare, infine, La Regione Marche con apposita legge ha stanziato un contributo di 100.000,00 euro da destinare alle Celebrazioni Sistine.

2. Celebrazioni Sistine nella Regione Sardegna

Anche la Sardegna parteciperà alle prossime Celebrazioni Sistine nel nome e in memoria di Mons. Giovanni Sanna Porcu (1529 -1607) che fu promotore di cultura, redentore di schiavi e vescovo della Diocesi di Ampurias e Civita (oggi Ampurias Tempio) durante i pontificati di Gregorio XIII e Sisto V.
A tal proposito, il 24 novembre 2019 l’Archeoclub d'Italia onlus della Regione Sardegna, attraverso la propria sede locale di Santu Lussurgiu e in stretta intesa con l'Amministrazione comunale, la Diocesi di Alghero Bosa, la Parrocchia S. Pietro Apostolo e l’Arciconfraternita di Santa Croce di Santu lussurgiu, hanno voluto commemorare il grande prelato nel 490° anniversario della sua nascita organizzando a suo nome un Convegno di studi e l’intitolazione della piazza principale del paese.
Nel corso del corrente anno, inoltre, hanno in animo di predisporre un organico progetto di ricerca e studio pluriennale che – secondo gli auspici - vedrà coinvolte le Diocesi sarde, le Università di Cagliari e Sassari e le numerose città e Comuni della Sardegna dove il Vescovo Sanna visse e operò più proficuamente. Il progetto prevede un nutrito calendario di iniziative ed eventi da tenersi nelle principali città della Sardegna nel corso dell’anno corrente e nella prima metà del 2021, che saranno propedeutiche alle Celebrazioni Sistine, del prossimo biennio 2021-22.
A tali celebrazioni, il comune di Santu Lussurgiu e la Sardegna saranno chiamati a partecipare nel nome e in memoria di Mon. Giovanni Sanna Porcu che, diciamocelo francamente, nell’Isola e anche fuori di essa, pochi conoscono, ma che Papa Sisto V, su proposta del Re di Spagna Filippo II, elevò alla cattedra episcopale di Ampurias e Civita (1587), affidandogli nel contempo le difficili e delicatissime trattative per la redenzione degli schiavi ad Algeri (missioni del 1585 e 1587) e la rappresentanza diplomatica della Chiesa Universale e della cristianità verso l’espansionismo dell’Impero turco della Sublime Porta di Costantinopoli, oggi Istanbul.

Nel corso dell’anno 2020 e nel primo semestre del 2021 sarà necessario definire gli opportuni contatti operativi con le nostre Sedi locali e il contesto istituzionale nelle quali esse operano. Le iniziative e gli eventi saranno naturalmente ancora tutti da definire nel dettaglio e decidere con tutte le parti interessate. Nei prossimi numeri del Notiziaro Nazionale Archeoclub sarà possibile aggiornare e dare conto dello stato dell’arte, nonché il quadro organizzativo delle Celebrazioni Sistine nelle restanti regioni italiane che s’intende coinvolgere.

Le Regioni sono:

• Marche, dove istituì il Presidato Sistino che riunisce 17 città e terre picene con sede a Montalto;
• Campania in particolare a Napoli e Sant’Agata dei Goti;
• Veneto, a Venezia dove fu reggente del Convento dei Frari e inquisitore della Repubblica;
• Emilia Romagna a Bologna dove fondò il Collegio Montalto per giovani marchigiani che frequentavano l’Università Felsinea;
• Lazio e Roma dove Papa Sisto amministrò la chiesa di Pietro, contribuendo a rendere eterna l’Urbe erigendo e facendo restaurare opere architettoniche e scultoree. Nella provincia laziale sono da ricordare le bonifiche alle Paludi Pontine e le meritorie opere architettoniche nel viterbese. In queste regioni sono già stati avviati diversi contatti con alcuni coordinatori regionali dell’Archeoclub d’Italia per organizzare gli eventi a livello locale delle Celebrazioni Sistine.

3. Celebrazioni Sistine nella Regione Marche Le Marche, terra natia del Papa, ha diverse città e località che parteciperanno in maniera collegiale agli eventi del 500nario sistino:

• il Presidato Sistino che riunisce 17 città e terre picene con sede a Montalto;
• Ascoli Piceno dove Sisto V represse il banditismo;
• Camerino, che conserva la bella statua dedicata al Papa;
• Falerone, dove una lapide marmorea nel Palazzo Comunale ricorda il Papa;
• Fermo, dove è stato Vescovo e creato Cardinale da Papa Pio V;
• Grottamare, sua città natale, chiesa di Santa Lucia voluta da Sisto V e fatta costruire dalla sorella Camilla Peretti;
• Loreto dove erige a Cattedrale la Basilica omonima, facendone centro di nuova diocesi con Bolla del 17 marzo 1586;
• Morrovalle (Macerata) nel Palazzo Lazzarini è custodito un pregevole stemma araldico di Sisto V pontefice, recentemente ritrovato;
• Montegiorgio (Fermo) dove il ritratto di Sisto V, fa parte della quadreria della Chiesa di San Francesco;
• Montegranaro dove Sisto V ha fatto ricostruire la chiesa di San Francesco dopo il crollo del 1586

4. Celebrazioni Sistine nella Regione Campania

I luoghi privilegiati per lo svolgimento degli eventi in Campania sono:
• Napoli – Convento francescano (O.F.M. Conv.) di San Lorenzo Maggiore, dove fra Felice Peretti fu Reggente, Inquisitore e il 12 gennaio 1567 consacrato vescovo;
• Sant’Agata de’ Goti (BN) - Vescovo dell’omonima Diocesi.

5. Celebrazioni Sistine nella Regione Veneto

Il luogo più indicato per gli eventi nella regione Veneto è sicuramente la città di Venezia, dove fu reggente del convento dei Frari di Venezia e inquisitore della Repubblica Veneta.
• Venezia - Convento francescano (O.F.M. Conv.) dei Frari, dove fra Felice Peretti fu Reggente e Inquisitore della Repubblica Veneta. Di particolare interesse è l’ambasceria che la Repubblica inviò a Roma (1585) per rendere omaggio al Cardinal Montalto, acclamato Papa col nome di Sisto V.

6. Celebrazioni Sistine nella Regione Emilia Romagna

• Bologna - Collegio Montalto (ora dei Barnabiti) fondato da Sisto V per i marchigiani che frequentavano l’università.

7. Celebrazioni Sistine nella Regione Lazio

Nel Regione Lazio i luoghi privilegiati sono diversi:
• Villa Lante a Bagnaia (VT)
• Palazzo Montalto a Civita Castellana (VT)
• Santuario della Madonna della Quercia (VT)
• Sermoneta/Terracina Bonifica delle Paludi Pontine

8. Celebrazioni Sistine nella Roma Felix

Nella Roma Felix gli argomenti e i luoghi che ricordano Papa Sisto V sono numerosissimi:
• Quirinale – Fontana dei Dioscuri
• Mostra dell’Acqua Felice
• Colonna Traiana
• Colonna Antonina
• Città del Vaticano o Obelisco di Piazza San Pietro o Biblioteca sistina o Cupola di S. Pietro
• Obelisco, Scala Santa e Basilica di San Giovanni in Laterano. 
• Obelisco di Santa Maria Maggiore
• Obelisco Flaminio in Piazza del Popolo
• Arcibasilica di S. Maria Maggiore e Cappella Sistina e della famiglia Peretti